Reazioni dopo Gara 2

Gara 2 ha permesso a Toronto di impattare la serie, una vittoria non netta in una partita che poteva finire anche in maniera diversa. È stata la prima vittoria dei Raptors ai playoff in 6 anni, festeggiata con tanto di confetti lanciati per tutto l’Air Canada Centre.

Questa è la prima pagina del Toronto Sun che continua a giocare sull’età avanzata dei Nets facendo la parodia ad un famoso film di Spielberg:

jurasskick-park

Proprio i due veterani dei Nets sono quelli che si sono fatti più sentire nel post-partita, soprattutto Kevin Garnett che ha voluto lanciare un messaggio ai giovani Raptors in vista di Gara 3:

Parlando della partita, sia Pierce che Garnett si sono trovati d’accordo sul fatto che i Nets oggi hanno subito troppo la fisicità dei Toronto Raptors a rimbalzo, probabilmente Gara 2 è stata persa proprio lì.

Gara 3 è in programma per venerdì notte al Barclays Center (1.00 orario italiano).

Pubblicato in Games | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

[NBA Playoffs Game 2] Nets-Raptors – Game Notes

Chi si aspettava una gara 2 meno combattuta e meno ricca di emozioni della gara innaugurale si è sbagliato di grosso. Il secondo episodio della serie tra Toronto e Brooklyn è stato incerto, equilibrato e ricco di momenti incandescenti, la battaglia questa volta ha un risultato diverso: la spuntano i Raptors 100-95.
Decisivo è il parziale nel quarto quarto firmato dal grande assente di Gara 1 DeMar DeRozan e del solito Kyle Lowry.

- Mi aspettavo una partita assolutamente diversa e soprattutto dei Raptors diversi. Toronto ha iniziato sulla stessa falsariga della partita precedente, attaccando abbastanza male e affidandosi troppo a soluzioni perimetrali individualiste. I Nets danno la prima zampata portandosi sull’8-1 e sembrano controllare ma ancora una volta la panchina risponde assente e la completa diaspora delle percentuali dal campo continua.
Solo Mirza Teletovic contribuisce alla causa ma Toronto prende il controllo e tenta la prima fuga.

- Dopo essere stati sotto anche di 11 punti Kidd decide di rispolverare uno come Andrei Kirilenko dopo che la sua assenza in Gara 1 è stata malvista da stampa, tifosi e moglie dello stesso campione russo. Arriva un mini-parziale che manda al riposo i Nets solo di 6 punti pur tirando con percentuali attorno al 30%. Un vero e proprio affare visto la pochezza del nostro attacco.

- I Nets rientrano dagli spogliatoi molto più convinti e determinati rispetto alla prima metà di gioco, iniziano ad entrare in ritmo Deron Williams e soprattutto Joe Johnson (ancora una volta MVP dei nostri a mani basse). La partita cambia e Brooklyn ancora una volta sembra, con la forza della sua esperienza contro i giovani canadesi, poter andare fino in fondo e portarsi su un 2-0 che spegnerebbe le speranze Raptors.

- Il quarto quarto è un’altalena di emozioni: Kidd tiene i suoi starter a riposo fino a 6.18 dalla fine. Una mossa un po’ troppo azzardata visto che nel frattempo i Raptors hanno ripreso il vantaggio 79-78 grazie ad un layup di Lowry.
Il confronto a rimbalzo (un impietoso 52-30 per Toronto) sarà davvero fatale per la squadra in trasferta e in più DeMar DeRozan (trentello) è il lontano parente di quello visto in Gara 1. In serata di grazia il prodotto di UCS segna due fade-away di grandissima difficoltà mandando i Raptors avanti anche di 4 lughezze.
Si arriva a 24 secondi dalla fine con i Nets che hanno l’occasione di impattare o andare avanti dopo aver ottenuto uno stop difensivo grazie all’ennesima palla persa (saranno 20 in totale) dei Raptors: la tripla di Pierce, ben costruita, finisce dentro e fuori.

The Truth avrà un’altra occasione per riportare i Nets a -1 e rimettere pressione ai Raptors ma ancora una volta il suo tiro da 3 finisce corto sul ferro. Vince Toronto che pareggia la serie.

- Credo che oggi bisogna vedere soprattutto gli aspetti positivi per quanto riguarda i Nets: non è da tutti andare a giocarsi una Gara 2 in trasferta dopo aver vinto gara 1. È stata un’occasione persa ma le chiavi tattiche di questa serie sembrano essere ancora dalla nostra parte.

- La serie si sposta finalmente a Brooklyn per due partite: gara 3 è in programma per venerdì notte al Barclays Center.

Pubblicato in Games | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

The day after game one

Continua la battaglia di provocazioni tra Toronto e Brooklyn sia sul campo (gara 2 è in programma martedì notte all’1:30 italiane) sia sui media.

Il Toronto Sun aveva iniziato nella giornata di ieri a stuzzicare i vecchietti Pierce e Garnett chiamandoli dinosauri, successivamente è stato il general manager dei canadesi Masai Ujiri a rincarare la dose con un “Fuck off Brooklyn” urlato al microfono nel pre-partita di Gara 1.

Oggi c’è stata la reazione sui giornali di New York, che non potevano non cogliere l’occasione.

Questa è la prima pagina del New York Daily News:

Segue l’apertura del New York Post:

Questo invece è il titolo del Toronto Sun (si, il giornale che ha titolato Raptors vs Dinosaurs ieri) che carica ancora l’ambiente Raptors dopo la sconfitta nell’esordio ai playoff di ieri:

Se parliamo di provocazioni e battaglie attraverso la stampa, secondo voi poteva farsi da parte uno come Paul Pierce?

News anche sul fronte-Kirilenko: Kidd ieri ha ammesso che AK47 è stato escluso dalla rotazione per scelta tattica, nessun problema fisico per il russo quindi. Notizia che non ha fatto piacere alla moglie Masha che attraverso Instagram si è lamentata dell’esclusione del marito da parte di coach Kidd.

Insomma Gara 1 è terminata da meno di 24 ore ma Gara 2 è appena iniziata…

Pubblicato in Nets news | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

[NBA Playoffs Game 1] Nets-Raptors – Game Notes

Ci sono volute 82 partite di stagione regolare per arrivare a questo preciso momento dell’anno: Nets e Raptors hanno alzato la prima palla a due del vero campionato, quello dove si vince o si va a casa al meglio delle 7 partite. L’Air Canada Centre stracolmo di passione per i campioni dell’Atlantic Division che ritornano a giocarsi la postseason dopo anni di assenza, i loro avversari sono i nostri Nets. Una squadra che ai playoff ci arriva con una seconda parte di stagione fantastica grazie ai suoi fuoriclasse senza età: Benvenuti ai playoff NBA!

Gara 1 è da subito una battaglia di nervi, fisica come non mai. La vincono i Nets 94-87 che ribaltano il fattore campo e si portano 1-0 nella serie.

- Inizio lento dei canadesi, molti di loro sono alla prima esperienza di playoff e si vede. I Raptors decidono di affidarsi molto ad iniziative in 1 vs 1 muovendo poco e niente il pallone, dall’altra parte Brooklyn riesce a coinvolgere quasi tutti dei suoi interpreti ma è molto imprecisa al tiro (1 su 13 al tiro da 3 nei primi 24 minuti) e subisce l’ira di Valanciunas a rimbalzo (già 10 nel primo tempo).
È un gran Deron Williams a suonare la carica, gran parte delle responsabilità offensive vanno alla point guard da 98 milioni di dollari e lui risponde presente battagliando con il suo rivale di serie Kyle Lowry. Bene anche Joe Johnson che vince il confronto diretto con DeMar DeRozan mentre non tanto in ritmo Kevin Garnett che sbaglia tiri abbastanza comodi per uno come lui.

- Dalla panchina i Nets non hanno una gran serata, Plumlee e Blatche vengono fermati rispettivamente dai falli e dalla solita stupidità. Non è nemmeno la serata di Teletovic e Thornton: il vantaggio Nets di 11 punti viene dilapidato in fretta dai Raptors. All’intervallo è solo 50-46 per i Nets.

- Da metà terzo quarto in poi epic fail in Canada: un malfunzionamento del tabellone luminoso costringe le due squadre ad almeno 10 minuti di sospensione. Il problema non verrà risolto, sarà lo speaker dell’Air Canada Centre a tenere manualmente il cronometro della partita e a chiamare a voce quanti secondi rimangono sui 24. Siamo sicuri che dagli uffici dell’Olympic Tower non l’avranno presa benissimo.

- Le percentuali dei Nets non migliorano ma Toronto attacca in modo confusionario e oltre a Lowry, che mette la tripla del -5 sul finire del terzo quarto, c’è davvero poco altro.

- Questa mattina il Toronto Sun ha presentato in questo modo questa Gara 1:

Con la partita in bilico i dinosauri si mettono in moto e consegnano ai Nets una vittoria fondamentale: Garnett firma il suo primo canestro dal campo e contribuisce alla causa con una splendida difesa su Valanciunas nel finale.
Paul Pierce, come un grande pittore, trova ispirazione nel quarto quarto e dipinge 9 dei suoi 15 punti negli ultimi 2.58 di partita. Dinosauri chi?

- Non è stata perfetta la gestione di Kidd oggi: inspiegabile la scelta di tenere fuori Andrei Kirilenko e trovo che sia stato molto rischioso lasciare la panchina per tutti quei minuti come se fosse una partita di Regular Season.

- Next game: i Nets voleranno nella nottata di oggi a New York e faranno ritorno a Toronto lunedì. Gara 2 è in programma Martedì notte.

Pubblicato in Games | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Nets-Raptors: date e orari della serie

La NBA ha annunciato nella nottata di oggi, ultima per quanto riguarda la Regular Season, il programma intero dei Playoffs con tanto di date e orari.

Nets e Raptors apriranno ufficialmente i Playoff NBA nel pomeriggio di Sabato alle 18.30.
Un aspetto da non sottovalutare per questa serie è la distanza tra una partita e l’altra, molto spesso sarà di 3 giorni, fatto che potrebbe favorire una squadra più vecchia ed esperta come Brooklyn.

Ecco il programma completo con il fuso orario italiano:

Gara 1 – Sabato 19 Aprile Nets @ Raptors Air Canada Centre ore 18:30
Gara 2 – Mercoledì 23 Aprile Nets @ Raptors Air Canada Centre ore 2.00
Gara 3 – Sabato 26 Aprile Raptors @ Nets Barclays Center ore 1.00
Gara 4 – Lunedì 28 Aprile Raptors @ Nets Barclays Center ore 1.00
Gara 5* – Giovedì 1 Maggio Nets @ Raptors Air Canada Centre (orario da stabilire)
Gara 6* – Sabato 3 Maggio Raptors @ Nets Barclays Center (orario da stabilire)
Gara 7* – Domenica 5 Maggio Nets @ Raptors Air Canada Centre (orario da stabilire)

*= se necessaria

Pubblicato in Nets news | Lascia un commento

Hello Toronto: Nets-Raptors al primo turno di playoff!

Tutto come nel 2007: Toronto campione dell’Atlantic Division e terzo seed dell’Est mentre i New Jersey Nets guidati da Jason Kidd arrivarono dopo una lunga rincorsa ai playoff con il sesto posto. Quella è stata l’ultima serie di playoff vinta dai Nets.

Non abbiamo idea di come finirà questa serie del 2014 ma ora finalmente conosciamo la squadra da affrontare al primo turno. Sono proprio i giovani Raptors che grazie alla sconfitta di Chicago a Charlotte e dei successi di Washington su Boston e Cleveland contro Brooklyn si sono guadagnati il terzo posto oltre al titolo di campioni divisionali. Una stagione, quella dei canadesi, davvero fantastica se si prende in considerazione da dove partivano e quali erano i veri obiettivi stagionali.

In casa Nets c’è già chi è piuttosto carico:

Matchup Stagionali:

26 Novembre: Brooklyn @ Toronto 102-100
11 Gennaio: Brooklyn @ Toronto 80-86
27 Gennaio Toronto @ Brooklyn 104-103
10 Marzo: Toronto @ Brooklyn 101-97

La serie di playoff partirà questo weekend all’Air Canada Center di Toronto che ospiterà Gara 1 e Gara 2, orari e date verranno stabilite nella notte dalla NBA.

Le altre serie dell’Est:

(1) Indiana Pacers – (8) Atlanta Hawks
(2) Miami Heat – (7) Charlotte Bobcats
(4) Chicago Bulls – (5) Washington Wizards

Pubblicato in Nets news | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Nets-Heat – Game Notes

shaun in miami

Quarto e ultimo atto nella serie tra Brooklyn Nets e Miami Heat, si giocava a South Beach dove i padroni di casa volevano riscattare le 3 precedenti sconfitte proprio contro i Nets durante la Regular Season. Così non è stato, Brooklyn batte di nuovo Miami ed è la prima squadra a battere 4 volte in regular season i ragazzi di Spoelstra da quando è iniziata l’era dei Big-Three.

Pesano le assenze sia di D-Wade e Udonis Haslem per gli Heat, sia quelle di Kevin Garnett e Andray Blatche per i Nets. Il finale è tiratissimo fino all’ultimo respiro ed è una stoppata di Mason Plumlee su Lebron James a dare la vittoria 88-87 a Brooklyn.

Veniamo brevemente alle Game Notes di oggi:

- I Nets muovono bene la palla per i primi minuti di partita e approfittano di ogni matchup possibile almeno inizialmente (Joe Johnson accoppiato con Toney Douglas non è stata una gran mossa di Spoelstra). Appena è salita di colpi la difesa di Miami ci siamo affidati un po’ troppo a soluzioni estemporanee ma questa volta ci è andata bene.

- Per Miami è stato praticamente un Lebron contro tutti, è lui che ha tenuto in piedi Miami nel primo tempo ed è sempre stato lui a trascinare i suoi fino alla fine. Ma la mancanza di un secondo scorer come Wade si è sentita alla lunga. Occorre farsi qualche domanda sul supporting cast di Miami.

- Pessima la partita di Deron Williams, distratto con la palla in mano (3 palle perse inaccettabili), inconcludente al tiro e indeciso anche nelle scelte offensive. Sbaglia anche due tiri liberi che potevano essere fatali.

- Una non notizia: Paul Pierce odia i Miami Heat. Lo sa lui, lo sa Lebron, lo sa la città di Miami e lo sa ogni singolo appassionato NBA.

- Decisivi i due eroi che non ti aspetti: abbiamo parlato della stoppata di Plumlee (scelto alla numero 22 da quel Billy King che viene tanto detestato da molti) ma non della partita folle di Marcus Thornton. 16 punti, 6 rimbalzi e 4 palle recuperate per l’ex Sacramento Kings che per rilascio del pallone ricorda tantissimo un ex di entrambe le squadre: Eddie House.

- Next Game: ultima partita in Florida domani notte contro gli Orlando Magic.

- Appello finale: una serie di playoff tra queste due squadre sarebbe davvero fantastica.

Pubblicato in Games | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento