Free agency: rumors su rumors

0594505001462320763_filepicker

Archiviato il Draft NBA che ha visto Sean Marks protagonista di ben due trade (la scelta numero 20 divenuta Caris LeVert in cambio di Thad Young finito agli Indiana Pacers e la scelta numero 55 scambiata con Utah in cambio della 42 che ha portato il brooklynese-doc Isaiah Whitehead) inizia ad infiammarsi il mercato free agency che ha avuto inizio nella nottata del primo giorno di Luglio come di consueto.

Marks in settimana ha liberato ulteriore spazio salariale non esercitando la player option su Jarrett Jack, in più sono usciti dai rispettivi contratti Shane Larkin, Thomas Robinson e Wayne Ellington.

Brooklyn dovrebbe avere a disposizione circa 55 milioni liberi sul proprio cap space, assieme a Philadelphia e ai Los Angeles Lakers (prima che firmassero Mozgov a quelle cifre!) detiene il monte salari più basso della lega avendo a roster poco o nulla.

I report su quello che Marks vorrà fare nella sua prima free agency da general manager sono contrastanti: c’è chi parla di una ricostruzione lunga affidandosi a giocatori di provenienza europea, c’è chi invece sostiene che Marks non abbia tanta voglia di far durare a lungo il processo di ricostruzione della franchigia.

L’obiettivo principale è quello di prendere quanto prima possibile una point-guard: secondo ESPN Brooklyn avrebbe fissato per la giornata di oggi un work-out con Brandon Jennings reduce da un brutto infortunio e una stagione sotto il suo livello passata tra Detroit e Orlando. Il New York Post parla anche di un incontro fissato con Rajon Rondo.

Altri nomi che potrebbero interessare: Jeremy Lin (occhio alla connection con coach Kenny Atkinson) e Tyler Johnson dei Miami Heat. La pista europea invece porterebbe al nome di Sergio Rodriguez che sarebbe tentato di ricominciare una carriera NBA dopo essere tornato in patria al Real Madrid nel 2010.

Se la situazione point-guard è quella più spinosa anche gli altri ruoli non sono da meno: per lo spot di power forward in questo momento si fanno pochi nomi che, a giudizio di chi vi scrive, sembrano più sogno che una possibilità concreta. Al Horford e Ryan Anderson sembrano profili non alla nostra portata visto la situazione attuale dei Nets che non sono nemmeno vicini ad essere una contender.

Per i ruoli di guardia e small forward altra lista di nomi che provengono dai vari media americani: si passa da Allen Crabbe (restricted free agent di Portland che pare intenzionata a pareggiare ogni offerta) a Jared Dudley con un occhio di riguardo anche a Kent Bazemore e Lance Thomas. Espn rilancia anche il nome di Dion Waiters, anche lui restricted free agent degli Oklahoma City Thunder.

Dopo questo listone di nomi, tra scenari verosimili o meno, non ci resta che aspettare le prossime ore per la chiusura di qualche affare. Potremmo già iniziare ad intravedere quello che Sean Marks ha intenzione di fare con la sua nuova franchigia.

Questa voce è stata pubblicata in Nets news. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...