Siamo questi (Purtroppo?) – La preview dei Brooklyn Nets 2015/2016

Tra 48 ore i Brooklyn Nets faranno il proprio esordio nella stagione NBA 2015/2016 al Barclays Center contro i Chicago Bulls di Derrick Rose.

Rispettando la deadline prevista la squadra di Lionel Hollins ha comunicato gli ultimi tagli e il roster definitivo di 15 giocatori per il campionato che sta per iniziare:

Joe Johnson
Brook Lopez
Andrea Bargnani
Bojan Bogdanovic
Thomas Robinson
Shane Larkin
Jarrett Jack
Rondae Hollis-Jefferson
Thaddeus Young
Wayne Ellington
Sergey Karasev
Donald Sloan
Chris McCollough
Markel Brown
Willie Reed

Gli ultimi ad essere stati tagliati sono stati Justin Harper e Danthay Jones.

Proviamo ad azzardare quelle che saranno le rotazioni di Hollins?

Jack/Larkin/Sloan
Johnson/Ellington/Brown
Bogdanovic/Hollis-Jefferson/Karasev
Young/Robinson/McCollough
Lopez/Bargnani/Reed

Come possiamo vedere le problematiche quest’anno verranno con tutta probabilità dai propri esterni. I Nets hanno aggiunto atletismo in alcuni dei suoi elementi, penso ai due rookie Hollis-Jefferson e McCollugh ma anche a Thomas Robinson, ma hanno indiscutibilmente uno dei peggiori reparti di guardie dell’intera lega. E in una lega sempre più dominata dalle point-guards questo rappresenta un grossissimo handicap: Jack e Larkin oltre ad avere dei limiti difensivi non sono dei grandi distributori di gioco. Siamo sicuri che in una squadra che dovrà rifornire il più possibile Brook Lopez e Thad Young (appena rifirmati a cifre importanti) siano proprio Jack e Larkin gli uomini giusti per questo compito?
Anche se conta meno di zero il rapporto assist/palle perse del duo in preseason non è a loro favore. Per non parlare delle scelte offensive di Jack….ormai note a tutti quelli che leggono questo blog.
Sicuro del posto è Joe Johnson e il suo megacontrattone giunto all’ultimo anno. La produzione di JJ è in calo lampante ma da lui ci si aspetta la giusta leadership e magari qualche canestro nei momenti importanti delle partite.

Nel ruolo di ala piccola c’è ancora confusione su chi sarà il titolare: ho inserito Bogdanovic nel gruppo degli starter ma se le percentuali di tiro non crescono non mi sorprenderei di vedere Wayne Ellington al suo posto. Tutto da valutare lo spazio che si procurerà Rondae Hollis-Jefferson: giocatore già pronto difensivamente ma abbastanza grezzo nella fase offensiva del suo gioco.

Tra i lunghi Thad Young e Brook Lopez rappresentano una delle poche sicurezze di questa squadra. Il californiano è chiamato ad un’annata importante perchè è senza dubbio lui la prima opzione offensiva dei Nets.

Sarà sicuramente interessante vedere lo spazio che si ritaglieranno due giocatori che cercano un grosso riscatto dalle loro carriere NBA. Uno di questi è Thomas Robinson (quinta pick assoluta del draft 2012) nella lega da ben 4 stagioni. Brooklyn rappresenta per lui la quinta squadra NBA in cui ha già giocato prima di Sacramento, Portland, Houston e Philadelphia. Nei Nets avrà un ruolo di comprimario e lui dovrà sfruttare quelle che sono le sue vere qualità: atletismo fuori dal comune e ottime capacità nei rimbalzi.
L’altro è il nostro Andrea Bargnani, neo 30enne prima scelta assoluta del Draft 2006, alla sua terza squadra NBA dopo Toronto e New York. Anche il Mago avrà un ruolo da comprimario in questa squadra: sarà chiamato a sostituire la produzione offensiva di Mirza Teletovic (passato ai Phoenix Suns). Gli europei con la nostra nazionale lo hanno ringalluzzito ma con la maglia dei Nets non ha ancora esordito in preseason: i soliti problemi muscolari iniziano a farsi sentire.
Robinson e Bargnani hanno in comune una cosa: la durata e la modalità del proprio contratto. Entrambi al minimo salariale, entrambi legati ai Nets con un contratto di una soa stagione. Si giocano la loro credibilità e, probabilmente, la loro permanenza nella lega di Adam Silver.

E l’obiettivo di questi Brooklyn Nets? Billy King ha dichiarato nel media Day l’intenzione di strappare un posto ai playoff ma realisticamente questa squadra non offre nessuna garanzia di post-season. Ci viene da chiedere da qualche mese quale sia il vero obiettivo stagionale per una squadra che non ha prime scelte il prossimo anno e che ha deciso intenzionalmente di tagliare il rapporto con Deron Williams vedendosi tecnicamente peggiorare. Salvare i costi e mettere il cartello “For Sale” fuori dal Barclays Center?

Tornando al basket giocato possiamo dire che Brooklyn avrà un inizio di stagione a dir poco complicato: nelle prime 10 partite, oltre all’esordio casalingo contro i Bulls, i Nets saranno già ospiti di squadre come San Antonio, Memphis, Atlanta, Milwaukee, Houston e dei campioni in carica Golden State Warriors.

Se temete un inizio disastro da parte dei nostri siete quindi in buonissima compagnia..intanto non ci resta che augurarvi un buon campionato a tutti!

Questa voce è stata pubblicata in Games, Nets news e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Siamo questi (Purtroppo?) – La preview dei Brooklyn Nets 2015/2016

  1. cigarafterten ha detto:

    come mai questa passione per i Nets?

  2. jason05 ha detto:

    Jason Kidd e la squadra del fly circus dei primi anni 2000🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...