Nets- Knicks – Game Notes

Per dimenticare la partita contro Minnesota niente è meglio rispetto a vincere (e convincere) il derby di New York contro i Knicks. I Nets hanno risposto bene e portato a casa piuttosto agilmente la prima delle quattro sfide della Big Apple vincendo 110-99.
Il punteggio finale è anche piuttosto compiacente con i bluarancio frutto di un quarto periodo di puro garbage time.

– Ad oggi tra queste due squadre c’è una netta predominanza Nets in quanto a talento, la differenza si è più volte vista quando Brooklyn faceva girare bene il suo attacco mentre New York si riduceva alle giocate di un Carmelo Anthony costretto ad un 5-20 al tiro dalla buona difesa di Joe Johnson e Alan Anderson.

– Brooklyn ha tirato con una percentuale incredibile da 3 (14/24) frutto di una buonissima circolazione di palla soprattutto del suo backcourt e dell’abbondanza di tiratori del suo roster. Da Joe Johnson e Deron Williams fino a Bogdanovic, Teletovic e Alan Anderson: Brooklyn ha le tante armi per fare male quando è in serata.

– La velocità dell’attacco Nets (che vanno al doppio rispetto alle prime fasi dello scorso anno) mostra anche dei limiti: sono 16 le palle perse di questa partita che si accoppiano con le 18 di Minnesota.

– In questo periodo si sono già visti dei segnali positivi ma la prestazione contro i cugini di Deron Williams è stata dominante. Mvp assoluto di questa partita dove non ha lasciato scampo al povero Iman Shumpert letteralmente portato a scuola nel terzo quarto. Per D-Will 29 punti e 6 assist e solo una palla persa.

– Per completezza di informazione rimango convinto che, ad oggi, il miglior giocatore di questa squadra è Joe Johnson. Altra solidissima partita per Joe Jesus che accellera solo quando serve per davvero.
Per l’altro big del nostro core, Brook Lopez, una quasi doppia-doppia da 20 punti e 9 rimbalzi contro un frontcourt piuttosto limitato.

– Molto bene i Mostar Brothers: Bojan Bogdanovic continua la sua fase di apprendimento nella sua primissima fase da giocatore NBA e sfiora la doppia cifra, mentre Mirza Teletovic continua a mostrare i suoi grandi progressi da tre anni a questa parte. Ormai da 3 è sostanzialmente una sentenza.

– Sarò stupido o incompetente io ma non ho visto i Knicks giocare propriamente con la triple-post offense (comunemente chiamato triangolo dalle nostre parti).

– Cindy Westphal, moglie di coach Westphal che è in estate divenuto uno degli assistenti di Hollins, ha appena postato sul suo account twitter il game plan dei Nets posto su una lavagna nello spogliatoio:

– Altra nota di colore: ecco a voi Carmelo Anthony nel post partita:

C’è bisogno di aggiungere qualcosa su quel cappello?

– I Brooklyn Nets ritornano in campo domenica contro gli Orlando Magic.

Questa voce è stata pubblicata in Games e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...