Nets-Thunder – Game Notes

Casa dolce casa: dopo due trasferte i Brooklyn Nets aprono ufficialmente la loro stagione al Barclays Center. La aprono con una delle migliori squadre NBA che vive un momento difficilisimo. Gli Oklahoma City Thunder infatti sono privi di quasi metà squadra (solo 8 giocatori disponibili) e soprattutto sono privi delle loro due superstar Kevin Durant e Russell Westbrook.
La partita infatti non è mai esistita: finisce con un blowout 116-85 per i nostri ragazzi.

– Per il debutto casalingo c’è il pubblico delle grandi occasioni: è presente il principale owner dei Nets Mikhail Prokhorov e il duo Jay-Z-Beyonce.
Il proprietario russo si è espresso per la prima volta coi media sul caso Jason Kidd accaduto in estate in questo modo:

Ha risposto anche alle domande su una possibile cessione del pacchetto di maggioranza della squadra rispondendo con un secco no a tutti i rumors di queste settimane. L’altra perla la regala quando qualcuno gli ha chiesto della sua promessa di titolo NBA per i Nets entro 5 anni e l’auto-minaccia del matrimonio nel caso ciò non avvenisse in questa stagione:

– Veniamo alla partita: Nets fin dal primo possesso molto aggressivi con un Deron Williams che fisicamente sembra molto vicino al top della forma. Il nativo di Brooklyn Bassy Telfair cerca di opporre resistenza ma non c’è proprio storia. D-Will va vicinissimo alla doppia-doppia con 17 punti e 9 assist.

– Osservato speciale in campo era inevitabilmente Brook Lopez. Anche non al meglio e con qualche problema di falli nel primo tempo il suo contributo offensivo non manca mai assieme alla sua facilità nel fare canestr. 18 punti conditi da 6 rimbalzi e 2 stoppate in 23 minuti. Coach Hollins lo tiene in campo anche sul +30 forse esagerando un pochino.

– Prima vera bella partita di Bojan Bogdanovic. Oltre alla doppia cifra ha mostrato segnali molto positivi rispetto alle partite di Boston e Detroit. Infiamma subito il Barclays con due triple e allo scadere del primo tempo regala questa gemma a Mason Plumlee:

– Impressionato dai miglioramenti di Mirza Teletovic. Lasciando perdere il suo tiro da fuori che è sempre uno spettacolo da vedere a me sembra che sia proprio un altro giocatore rispetto a due anni fa. Molto più convinto nei suoi mezzi, lascia intravedere un buon potenziale sia in difesa sia come passatore. Ricordo tra l’altro che il bosniaco è in scadenza al termine di questa stagione.

– Solidissima prova per Alan Anderson mentre la notizia è che Andrei Kirilenko sembra fuori dalle rotazioni di coach Hollins.

On to the next one: al Barclays arrivano i Minnesota Timberwolves.

Questa voce è stata pubblicata in Games e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...