Riflessioni dopo l’esordio stagionale

Inutile dire che c’è molta delusione dopo la prima uscita stagionale dei nuovi Nets targati Lionel Hollins. Siamo stati letteralmente schiaffeggiati da una squadra che ieri sera, seppur il talento a roster non sia di prima fascia, aveva il doppio della nostra voglia.

– Atteggiamento orrido da parte nostra fin dalla palla a due. Boston ha segnato il triplo dei punti nel pitturato tirando col 60% nel primo tempo. Inaccettabile concedere punti su ogni pick and roll, inacettabile perdere l’uomo su ogni taglio a centro area da parte dei Celtics. Ieri notte gli onesti Jared Sullinger e Kelly Olynyk sembravano una coppia dei lunghi che poteva appartenere a versioni gloriose dei Boston Celtics.

– Vado al punto centrale della questione: senza Brook Lopez questa squadra non ha nessuna chance di fare alcuna strada quest’anno. E considerato che i problemi di Lopez sono ben noti a tutti credo che chi doveva operare in estate non lo abbia fatto nel migliore dei modi. La nostra frontline al momento non è assolutamente credibile per affrontare una stagione NBA di 82 partite. Andiamo sotto a rimbalzo con tutti e, tranne Lopez, nessuno dei nostri è in grado di giocare continuativamente in post-basso.
Colui che lo scorso anno giocando da 4 ci ha svoltato radicalmente la stagione ora gioca a Washington.

– Come avevo riscontrato in alcune partite di preseason, al momento i Nets non sembrano una squadra di Lionel Hollins. Troppo molli, troppo passivi sulle 50-50 balls. Spero sia solo un periodo di rodaggio.

– Sono un fan di Bojan Bogdanovic ma l’idea di farlo partire in quintetto fin da subito mi pare esagerata. Bojan ci mette poco del suo per farmi ricredere, dovrebbe essere meno timido e sfruttare i metri di spazio che ha quando riceve sul perimetro.

– Contro Detroit, senza Lopez, prevedo un massacro.

Sarà una luuuuunga stagione…

Questa voce è stata pubblicata in Games e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Riflessioni dopo l’esordio stagionale

  1. Mattia ha detto:

    Boston dopo la trade che ci ha portato Garnett e compagnia è già un passo avanti…bisogna cedere chi ha mercato e ricostruire la squadra. Le partenze di Pierce ed Livingston dovevano far capire che questa squadra non ha futuro nel breve periodo. Impensabile star qui a fare ancora la lotta per un 5-6 posto e poi uscire se va bene al secondo turno

  2. jason05 ha detto:

    Ciao Mattia, ti ringrazio per il commento e sono tendenzialmente d’accordo con te se la situazione pick dei Nets fosse quella di una squadra normale. Il problema è che in questo momento non è così: la pick del prossimo draft 2015 sarà la nostra è vero..ma nel caso in cui fosse più alta di quella di Atlanta, gli Hawks hanno il diritto di scambiare la loro scelta con la nostra. In sostanza non possiamo nemmeno permetterci di perdere…sia per questo motivo, sia perchè siamo la squadra col monte salari più alto. Sarebbe una figura barbina dietro l’altra!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...