Nets-Kings – Game Notes

nets kings pechino

I Nets vanno via da Pechino con due vittorie sui Sacramento Kings. La seconda in overtime 129-117 dopo una maratona di 3 ore di basket tipicamente prestagionale.

– Due assenze di lusso da entrambe le parti: DeMarcus Cousins per i Kings e Kevin Garnett per i Nets.

– Il primo quarto dei Nets, quello giocato con tutti i titolari, lascia molti segnali positivi. L’attacco gira a dovere con tiri pulitissimi per tutti, l’assenza di Cousins facilita il compito di Brook Lopez che firma 14 dei suoi 16 punti tutti nella prima frazione di gioco.

– Con la second unit in campo il secondo quarto è tutto di marca Sacramento Kings. Ad ammazzare la non-difesa sul perimetro di Brooklyn ci hanno pensato Darren Collison, Rudy Gay e Ben McLemore. Brooklyn si ritrova sotto di 9 all’intervallo in un amen. Credo che coach Hollins avrà molto da lavorare sotto quest’aspetto.

– L’esplosione di Mirza Teletovic e le giocate di Deron Williams (con tanto di barba!) rimettono velocemente i Nets in pista. Il bosniaco, titolare visto l’assenza di KG, non esita appena trova un piccolo spazio per il suo tiro: diventa letale nel terzo quarto con ben 4 triple segnate. La palma di migliore in campo spetta a lui.

– Positivissima la prova di Bojan Bodganovic dopo 3 uscite piuttosto opache. L’ex Fenerbahce si dimostra fin da subito aggressivo su entrambi i lati del campo e i risultati si vedono. In una squadra con dei compagni del genere avrà tanti tiri con spazio ogni sera. Va sopra la doppia cifra e si prende i complimenti di Lionel Hollins a fine partita.

– Nella corsa per il posto a roster nel reparto lunghi è in atto una bella sfida a 3 tra Jerome Jordan, Cory Jefferson e Willie Reed. Complessivamente buona la prestazione di tutti e tre ma una menzione particolare va a Jerome Jordan, un vero e proprio fattore a cavallo tra terzo e quarto periodo. La sua presenza a rimbalzo puo’ dare una grossa mano a questa squadra.

– In generale i Nets hanno vinto la battaglia a rimbalzo 47-38. Un buon segnale.

– Nell’overtime si è riscattato ma non una gran prova per Mason Plumlee. Troppo confusionario in attacco dove cerca di strafare (quei fondamentali in post-basso sono tutti da migliorare) e si perde Omri Casspi nel possesso decisivo che ha portato i Kings all’overtime. Da rivedere.

– Minuti anche per Markel Brown, Gutierrez e Sergey Karasev. Il primo non è mai stato un fattore, buona difesa ma poca sostanza in attacco per il messicano mentre due belle giocate in overtime per il russo. Dubito che però questi 3 giocatori vedranno il campo con l’inizio della stagione regolare.

On to the next one: I Nets voleranno in giornata per rientrare negli Stati Uniti. Domenica al Barclays ci sono i Boston Celtics in una partita che vedrà un singolare esperimento da parte della NBA: i minuti di gioco effettivi verranno ridotti da 48 a 44 con 4 quarti da 11 minuti.

Questa voce è stata pubblicata in Games, Nets news e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...