Nets-Bulls – Game Notes

Per i Brooklyn Nets il mese di Marzo si è aperto con una sfida importante sotto molti punti di vista. Il circus trip è finalmente terminato con un soddisfacente 4-2 (le due sconfitte sono arrivate contro le quotate Golden State e Portland) ed è finalmente giunto il momento di tornare a casa e cominciare ad incrementare il vantaggio sulle inseguitrici e almeno provare ad iniziare una rimonta non facile verso Washington, Chicago e Toronto.

L’approccio avuto dai Nets durante tutta la partita di stanotte è stato dei migliori. Nonostante l’assenza di Kevin Garnett, Brooklyn porta a casa la partita 96-80 contro i ragazzi di Tom Thibodeau che la sera precedente avevano umiliato i cugini New York Knicks.

– Due squadre in forma al Barclays: i Bulls, nonostante l’infortunio di Rose e la trade che ha portato Luol Deng ai Cleveland Cavs, hanno racimolato un record di 21-8 da Gennaio in poi. Poco dopo ci sono i Nets con 18-8 prima di stasera.

– Parlavo inizialmente dell’approccio: difensivamente i Nets giocano una delle migliori partite dell’anno, senza il loro leader Kevin Garnett. Il quintetto piccolo di Kidd ha messo in grande difficoltà Chicago soprattutto sulle linee di passaggio: 25 sono le palle perse per i Bulls di cui 19 forzate dalla gran difesa dei Nets.

– Plumlee, Pierce, Blatche e Kirilenko hanno retto più che bene contro una delle frontline che storicamente ci mette più in difficoltà. Sono stato molto impressionato dalla maturità di Mason Plumlee, non ha messo gran numeri a referto ma il suo apporto difensivo su Noah è stato davvero egregio. Tutte cose che nel vostro box score non troverete domani mattina.

– Finalmente una solidissima prova di Joe Johnson dopo la sbornia dell’All-Star Weekend, con la sua squadra che ha tirato complessivamente male da 3, è proprio il ragazzo di Arkansas a mettere i tiri importanti che hanno respinto gli assalti di Chicago. Joe Jesus firma 19 punti con un 7/11 dal campo e 3/4 da tre punti.

– Molto positivi anche tutti gli altri starters: l’inizio di Livingston ha dato la prima spinta decisiva al fianco di Chicago, finirà con 14 punti e qualche problema di falli per tutto l’incontro. Importante l’apporto e il cuore di Paul Pierce che con l’esperienza ha contenuto avversari ben più giovani e forti fisicamente di lui segnando anche due triple importantissime nel terzo quarto. Bene anche Deron Williams che ha trovato fiducia con l’andare della partita e ha finito in crescendo con 20 punti e 6 assist.

– Esordio al Barclays Center sia per Marcus Thornton (discontinuo al tiro ma lo sapevamo già) che per Jason Collins. Quest’ultimo è stato espressamente richiesto dal pubblico quando ormai il risultato era acquisito, ecco il momento del suo ingresso in campo:

– Brooklyn raggiunge finalmente il 50% tra vittorie e sconfitte portandosi sul 29-29. Va ricordato che questa squadra era 10-21 la sera del 31 Dicembre scorso.

– Next game sempre al Barclays Center: arrivano i Memphis Grizzlies a caccia di un posto tra le migliori otto della Western Conference.

Questa voce è stata pubblicata in Games e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...