Nets-Bobcats – Game Notes

PIERCE BOBCATS

Nell’ultima partita casalinga prima della pausa dell’All Star Game e il conseguente viaggio ad ovest, i Nets distruggono gli Charlotte Bobcats giocando una delle migliori partite offensive della loro stagione contro una squadra che, statistiche alla mano, è tra le più preparate della lega. Questa vittoria serve ai Nets per staccare Charlotte dal settimo posto e avvicinarsi ulteriormente a Washington, Chicago ed Atlanta nei piani alti della Eastern Conference.
Per i ragazzi di Jason Kidd tutto gira per il verso giusto fin dall’inizio, il quarto quarto serve solo a far riposare gli starters in vista del back to back di domani e dare spazio a chi vede meno il campo. Il finale è 105-89 per i padroni di casa.

– Alcuni dati importanti: I Nets hanno tirato complessivamente con il 50% dal campo (40-80). 23 sono stati gli assist totali simbolo di una squadra che ha mosso molto bene il pallone.
60 sono i punti derivati dal loro quintetto base mentre sono 45 quelli che provengono da quella che per produzione è ad oggi la quarta panchina NBA.

– Migliore in campo senza dubbio Paul Pierce: inizia la partita sparandosi 3 triple e finisce i Bobcats nel terzo quarto (vinto dai Nets 35-19). Per The Truth ci sono 25 punti con un chirurgico 9-11 dal campo in soli 22 minuti. Questo ragazzo a pallacanestro ci sa ancora giocare.

– Ho apprezzato molto le situazioni di pick and pop tra Deron Williams e Kevin Garnett. Entrambi ne hanno avuto vantaggio: per D-Will il bottino degli assist è salito a 7 nonostante una prestazione al tiro non eccelsa mentre Garnett è stato semplicemente automatico dalla sua mattonella preferita. Per KG un minutaggio limitato ai 14 minuti, sarò curioso di vedere se verrà utilizzato o meno nella fondamentale partita di Chicago con 6 giorni di riposo a venire.

– Abbiamo avuto non poche difficoltà a contenere Al Jefferson nella prima metà di gara. Ad una settimana dalla deadline mi chiedo se si riuscirà a fare un movimento in grado di portare a Brooklyn un lungo che possa dare dei minuti di qualità difensiva in situazioni di questo genere (penso soprattutto a Roy Hibbert in una eventuale serie di playoff contro i Pacers).

– Oltre a Deron Williams, Kevin Garnett e Paul Pierce in doppia cifra per i Nets ci vanno il solito duo Andray Blatche-Mirza Teletovic con 13 punti a testa.

– Ad assistere a questo Nets-Bobcats c’era Fly Williams. Si quel Fly Williams, e se non sapete chi è provate a guardare i video di Federico Buffa sulla storia dello sport a Brooklyn partendo dal primo atto (sul blog troverete anche gli altri due capitoli). Ne vale veramente la pena!

Who’s next? Si va allo United Center di Chicago a sfidare i Bulls di Tom Thibodeau.

Questa voce è stata pubblicata in Games e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...