Nets-Hawks – Game Notes

I soliti problemi alle caviglie fermano Deron Williams, ma non i Brooklyn Nets che continuano il loro 2014 da imbattuti. La terza forza dell’est, gli Atlanta Hawks, sono la terza vittima dopo gli Oklahoma City Thunder e i Cleveland Cavaliers. 91-86 il punteggio finale di una partita molto tirata, tra due squadre che tra due settimane si affronteranno nella magnifica O2 Arena di Londra in una delle speciali partite NBA giocate oltreoceano.

– Parto con le game notes dicendo che questa partita l’abbiamo vinta difensivamente. Non so se è la presenza di un giocatore come Kirilenko che galvanizza o alcuni meccanismi che stanno cominciando a funzionare con il passare del tempo, sta di fatto che da un paio di partite i Nets giocano meglio nella loro metà campo. Stanotte solo 34 punti concessi nel secondo tempo ad Atlanta, solo OKC ha fatto così bene contro la squadra di Mike Budenholzer.

Kyle Korver continua a superarsi: a 9.11 da giocare nel primo quarto segna la sua tripla. È a quota 104 per partite consecutive con un canestro da tre punti. Complimenti a lui e complimenti alla difesa di Brooklyn: sarà l’unica tripla della sua partita.

– Capitolo rotazioni: l’assenza di D-Will ha cambiato i piani di coach Jason Kidd che si è dovuto reinventare un altro quintetto sperimentale: Livingston da point guard, Anderson da 2, Johnson e Pierce nello spot di 3 e 4 con Garnett da centro. Oggi è stata la serata di Johnson che si è dovuto molto spesso prendere il peso dell’intero attacco, 23 punti figli di molti isolamenti evitabili nel quarto quarto.
Non mi sono piaciuti, ancora una volta, i minuti dati ad Evans nel quarto quarto, mentre va dato merito a Kidd di aver tolto Pierce nel momento giusto per lasciare libero Mirza Teletovic.

– Ribattezzato F3ARZA dai tifosi Nets americani sui social network, il bosniaco è il vero MVP di questa partita: 16 punti pesantissimi regalano questa vittoria. 6 delle 8 triple dei Nets segnate questa notte sono proprio le sue. Abbiamo chance di vederlo alla gara del tiro da 3 punti durante l’All Star Weekend?

– 21 minuti di solita qualità per Andrei Kirilenko, se vogliamo trovare un difettuccio nella sua prestazione è il responso della lunetta dove è apparso un pochino insicuro (6/10).

– 10 minuti invece orribili di Jason Terry. Regala il parziale Hawks nel secondo quarto mandando immeritatamente i suoi sotto di 6 all’intervallo.

– Nel fantasmagorico Est siamo a una partita di distacco dall’ottava moneta presieduta al momento dai Detroit Pistons. 4 sono le gare da recuperare sui Toronto Raptors per la testa dell’Atlantic Division. Can you believe it?

– Si torna su questo campo mercoledì notte con uno degli avversari più difficili da affrontare per noi, sia per caratteristiche sia perchè sono una grande squadra: i Golden State Warriors.

Questa voce è stata pubblicata in Games e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...