Nets-Suns – Game Notes

Queste game notes meriterebbero pagine e pagine, la partita ha regalato momenti incredibili che è difficile mettere insieme tutto. Il mio consiglio per i nostri assidui lettori è quello di recuperare in qualche modo il match sul league pass (o con altri metodi che non starò qui ad elencare).

I Brooklyn Nets interrompono la striscia di 4 vittorie consecutive dei Phoenix Suns sul loro parquet ed interrompono la loro striscia negativa in trasferta che durava anch’essa da 4 partite. 100-99 il finale dopo un overtime e un canestro allo scadere del solito sospetto: Joe Johnson.

– Dopo soli 4 minuti Deron Williams abbandona il campo e non tornerà più per l’ennesimo infortunio alla caviglia destra. Suppongo che difficilmente lo vedremo in campo contro i Clippers.

– Per Brooklyn questi Suns sono uno degli avversari peggiori: squadra atletica che corre a mille all’ora. Nel primo quarto e mezzo i Suns prendono il largo e vanno anche sul +14. Per i Nets si prospettava l’ennesima sconfitta fotocopia di Orlando e Sacramento.

– Il ritmo lo cambia il dottor Shaun Livingston from Peoria Central High School. Inutile prenderci in giro: la squadra con lui si muove nettamente meglio rispetto a quanto si vede con Deron Williams.

– Appena il nostro attacco è salito di livello si è alzata anche l’intensità difensiva. A cavallo tra metà secondo quarto e metà del terzo i Nets hanno piazzato un 30-4 di parziale. Phoenix non ha visto il canestro per quasi 7 minuti.

– In questo momento Jason Kidd non ci sta capendo tanto con le rotazioni: troppi lunghi per pochi minuti. Positivo Plumlee, il solito Evans pasticcione e nei minuti importanti del quarto quarto vede il campo anche Mirza Teletovic senza alcun un motivo valido.

– L’unico aggettivo per il secondo tempo di Brook Lopez è dominante. I Suns non potevano veramente nulla contro di lui. Finirà con 27 punti e 7 rimbalzi.

– Aspettiamo ancora la prima partita in doppia cifra di Kevin Garnett con la maglia dei Nets, però oggi da un suo contributo importante in difesa e a rimbalzo: ben 14 per The Big Ticket.

– Altra nota negativa: abbiamo vinto senza convincere ma gli arbitri potevano costarci un’altra partita anche oggi. Un fallo di P.J. Tucker ai danni di Pierce sul finire del quarto quarto davvero imbarazzante da non fischiare. Se i giocatori non sono ancora in forma, di sicuro quelli col fischietto in mano non se la passano meglio.

– Come detto sopra: i Nets faranno visita ai Clippers domani notte alle 4.30. Ad oggi è facile prevedere un’imbarcata…ma noi, come sempre, ci saremo.

Questa voce è stata pubblicata in Games e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Nets-Suns – Game Notes

  1. Stefano Tassinari ha detto:

    Ottimo Liivingston, ma una squadra di tiratori da 3 che fa schifo da tre non va da nessuna parte.
    Comunque i problemi sono due: Garnet che ha paura di infortunarsi e Williams che ha paura di correre (perchè infortunato).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...