Xmas in July

pooosa

Finite le festivities del baseball i Nets hanno richiamato l’attenzione mediatica sullo sport americano nella giornata di oggi: al Barclays Center di Brooklyn è andata in scena la presentazione ufficiale dei nuovi acquisti Kevin Garnett, Paul Pierce e Jason Terry.

Un vero e proprio natale anticipato per i tifosi dei Nets. A sorpresa sul finale entra in scena anche Babbo Prokhorov, colui che ha cacciato fuori più di 180 milioni tra stipendi e luxury tax per mettere in piedi una squadra che sulla carta è potenzialmente devastante.

Oltre che in diretta tv e live in streaming, la press conference dei nuovi arrivati è andata in onda anche sul famoso oculus all’eterno del Barclays. Non sono mancati i tifosi black and white che hanno sfidato il caldo newyorkese per dare il benvenuto ai nuovi campioni.

Dopo i riti iniziali (compresa una intro di presentazione niente male sul megaschermo) partono le domande dei media. Il primo a parlare è un emozionatissimo Paul Pierce che non nasconde che per lui non è stato per nulla facile il suo divorzio da Boston:

“Non è facile lasciare i Celtics e la città di Boston dopo 15 anni. Mi sarebbe piaciuto finire la mia carriera da Celtic, ma oggi sono qui: sono un Brooklyn Net e cercherò di creare una mia legacy qui a Brooklyn”.

Sulla stagione che inizierà il prossimo ottobre si esprime così:

“Abbiamo tutti gli ingredienti per vincere il titolo, uno dei migliori centri come Brook Lopez e gente del calibro di Deron Williams e Joe Johnson. Io e Kevin faremo di tutto per far rendere al meglio i giovani che sono già presenti.
Penso che oggi facciamo parte nella lista delle migliori squadre ad est assieme a Miami che è campione in carica ma anche Indiana e Chicago”.

Non è un caso che The Truth scarta da quella lista i New York Knicks. La rivalità si fa già sentire…nessuno tra i presenti vuole rispondere domande inerenti l’altra franchigia della Big Apple.

Garnett si presenta in maniera meno timida del suo compagno di squadra con un “What’s up Brooklyn?.
KG sembra già pronto a scendere in campo, da leader vero non smette di parlare di sacrificio e di difesa. Per quanto riguarda la sua no-trade clause un ruolo decisivo l’hanno svolto Pierce e il tanto talento presente a Brooklyn.

“Ora dipende tutto da noi, dipende da quanto tempo ci metteremo per giocare assieme. Ma il sacrificio di ognuno di noi sarà la vera chiave, gli anelli si vincono col sacrificio”.

Seduto alla destra di Garnett c’è anche Radio Jason Terry che non smette un secondo di sorridere anche se le domande per lui sono poche rispetto ai due hall of famers che ha affianco.

“Sono onorato di essere qui, e sono pronto….sono davvero pronto!”

.

Per Terry un ruolo fondamentale l’ha giocato il suo nuovo coach:

“Jason Kidd per me è la miglior point-guard di sempre, allenava già quando era a Dallas. È uno dei miei migliori amici all’interno della lega.”

All’improvviso appare Prokhorov che non si limita a rispondere così ad alcune domande dopo la conferenza stampa: “Non ho alcuna intenzione di prender moglie, i miei Nets sono una contender e voglio che questa sia la migliore franchigia dell’intera NBA.”.

Chiaro no?

La nuova era dei Nets inizia oggi, Kevin Garnett, Paul Pierce, Jason Terry assieme a Deron Williams, Joe Johnson, Brook Lopez senza dimenticarci i fondamentali Andrei Kirilenko e Andray Blatche sono pronti a tutto per portare il primo anello NBA a Brooklyn!

Questa voce è stata pubblicata in Barclays Center, Nets news e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...