Sul banco degli imputati

avery deron

Era solo una questione di tempo. Non è bastato un ottimo mese di Novembre che ha fruttato un 11-4 e il premio di coach del mese. La luna di miele tra Avery Johnson e i Brooklyn Nets è già in pericolo?

Ad oggi, 19 Dicembre, il record recita un non positivissimo 13-11. Soprattutto se prendiamo in considerazione le aspettattive e gli investimenti fatti in estate da Prokhorov. In mezzo c’è stato il pesante infortunio di Brook Lopez (1-5 senza il centro di Stanford in campo) che però non può rappresentare una scusa a quello che ogni notte i Nets offrono sul campo.

La ultime due sconfitte contro Utah Jazz e Chicago Bulls sono il simbolo dei Nets delle prime 24 partite stagionali. Una squadra che non ha un sistema offensivo adeguato, che si basa solo su alcune individualità ed è totalmente incapace di gestire un vantaggio.

I fans e i media hanno iniziato a storcere il naso da tempo, ma a fare notizia sono state le parole di Deron Williams alla vigilia della partita contro la sua ex squadra, frustrato dalle sue prestazioni sotto la media (ne abbiamo ampiamente parlato la scorsa settimana dedicando un intero post).

Il sistema offensivo di Utah era perfetto per me e per il mio stile di gioco, sono un giocatore di sistema, quello di Avery Johnson è un attacco basato sugli isolamenti al quale mi dovrò, col tempo, adeguare“.

Parole che pesano, quelle di Deron Williams, e che devono far riflettere il front office e il coaching staff stesso. Perchè è verissimo che D-Will non sta giocando la sua migliore pallacanestro, ma non è neanche messo nelle migliori condizioni di giocare il basket che più gli si addice.

Contro Chicago, Brooklyn aveva un vantaggio di 6 punti a circa 3 minuti dalla fine. Ebbene i Nets non hanno più segnato dal campo (e non ci sono neanche andati vicini!)) andando a sbattere continuamente contro la difesa dei Bulls.
Ieri notte altra prestazione simile: Nets avanti per tutta la partita, toccando anche il +14. Nel secondo tempo Utah ha effettuato degli aggiustamenti difensivi e Brooklyn ha smesso di eseguire! Isolamenti su isolamenti, attacco stagnante e rimonta degli ospiti che nel finale hanno portato a casa la partita.
Si tratta del sesto vantaggio in doppia cifra bruciato tra le mura amica.

C’è bisogno di una svolta tattica all’interno di questa squadra, è veramente frustrante vedere tanto talento giocare in questo modo. Se Prokhorov vuole davvero dare un senso ai soldi che ha investito nel Luglio scorso, forse dovrebbe pensare di trovare una guida tecnica adeguata a questa squadra.

Questa voce è stata pubblicata in Games e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...