Game Recap: Brooklyn Nets-Golden State Warriors

joe johnson golden state warriors

Si ritorna in campo dopo 3 giorni di riposo, archiviate le sconfitte contro le due finaliste della passata stagione i Nets cercano di ritrovare il profumo della vittoria in casa contro una piacevole sorpresa di quest’inizio di Regular Season NBA.
I Golden State Warriors sono secondi nella Pacific Division con un record di 11 vittorie e 7 sconfitte, malgrado l’assenza di quello che doveva essere l’innesto più importante in sede di mercato, quell’Andrew Bogut ancora ai box per i suoi noti problemi fisici.

Il precedente: Il 102-93 dello scorso 21 Novembre sul campo dei Warriors. I Nets erano reduci dalla faticosissima partita di Los Angeles la sera precedente e i ragazzi di Mark Jackson non ebbero tanti problemi a passare sul cadavere di una squadra senza energie.

Injury update: Ancora fuori Brook Lopez per il problema al piede destro. Avery Johnson vuole prima farlo partecipare in una sessione completa di allenamento prima di schierarlo. Ritorna invece Reggie Evans.

SuperJoe: Le due squadre tirano bene ma ad impressionare nel primo quarto è Joe Johnson. Finalmente sicuro dei suoi mezzi JJ firma 16 dei 31 punti dei Nets nel primo quarto con un 6-7 dal campo. Finirà con 32 punti e il 50% dal campo.

Mariano is here: Tra le celebrità presenti, oltre all’immancabile Jay-Z, c’è anche Mariano Rivera, probabilmente il miglior closer di sempre nella storia del baseball. Lo vedremo in primavera alle prese con una nuova stagione (l’ultima?) con la maglia dei New York Yankees.

Fast and furious: Brookyln accetta ancora il ritmo-partita degli avversari. Ma alla velocità delle giovani leve dei Warriors, giocando tutto sulle proprie percentuali, i Nets perdono il loro vantaggio. Peperino Stephen Curry e la velocità di esecuzione di David Lee e Jarret Jack mettono in grande difficoltà una difesa non abituata a stare dietro al passo di avversari che fanno della velocità la propria arma principale. Ed è proprio questo il gameplan di Mark Jackson: correre correre correre.
A mandare i Nets avanti di 8 al riposo è la vera comboguard della squadra. No non stiamo parlando di Joe Johnson o di Deron Williams, ma di Andray Blatche. Una guardia, appunto, nel corpo di un giocatore di 2,11 che oltre a trattare la palla meravigliosamente si permette anche il lusso di segnare un tripla al suono della sirena del secondo quarto. Roba da pazzi, roba da Blatche!

Guerrieri della notte: Nel terzo quarto si accende tutto il talento di Stephen Curry, che non sbaglia praticamente nulla, tiri contestati compresi. Il ritmo della partita è sempre quello dei Warriors e un dato su tutti lo dimostra, quello dei punti in contropiede: 24-2 per Golden State! Rimonta completata e un quarto periodo da giocare con gli ospiti avanti giustamente di 2 lunghezze.

No defense no party: Sia nella gara di Oakland che in questa di Brooklyn coach Avery Johnson decide di andare con il quintetto piccolo, mettendo a proprio agio Golden State che mangia in testa ai lunghi in maglia nera. Rimbalzi e secondi possessi offensivi uccidono letteralmente i Nets, in queste due categorie a brillare è David Lee che si porta a casa palla e partita. Importante è anche la partita del rookie Draymond Green, il ragazzo di Michigan State finirà con 6 punti e 10 rimbalzi partendo dalla panchina.
I Nets in attacco fanno una fatica enorme, troppe palle perse e tante conclusioni affrettate senza alcuna circolazione della palla.
Arriva la terza sconfitta consecutiva, questa molto preoccupante per modalità e impegno che hanno messo in campo i nostri.
Serve un recupero mentale e serve al più presto Brook Lopez dato che la prossima settimana sarà piena di appuntamenti importanti (derby contro i Knicks su tutti).

Mvp: Prestazione dominante per David Lee. 30 punti e 15 rimbalzi, un rebus per la difesa dei Nets.

On To The Next One: Domenica sera contro in casa contro i Milwaukee Bucks di Ellis e Jennings.

Questa voce è stata pubblicata in Games e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Game Recap: Brooklyn Nets-Golden State Warriors

  1. Marcolpgc ha detto:

    ciao è la prima volta che scrivo. Ho visto la partita sono d’accordo con la tua disamina e pure io sono abbastanza preoccupato. Diversi giocatori non mi sono piaciuti a partire da Wallace (ma non sono troppi 10 milioni di dollari a stagione??) e a tratti anche Williams, troppo precipitoso nell’arrivare alla conclusione.
    Comunque se non si aumenta l’intensità difensiva non si fa molta strada, spero che il coach ci metta mano.
    Un’ultima cosa che tu sappia c’è qualche operazione in piedi con qualche franchigia??
    grazie e complimenti per il blog!
    Hello Brooklyn
    Marco

  2. jason05 ha detto:

    Ciao Marco, grazie per il commento e per i complimenti!
    Al momento non c’è alcuna trade in ballo, anche perchè non possiamo scambiare molti dei nostri giocatori (Humphries su tutti, che è quello che penso si proverà a cedere) fino al 15 di Gennaio..dato che sono stati free agents in estate.
    Dal 15 in poi penso che sapremo qualcosa di più sulle questioni legate a trade. Almeno un movimento me lo aspetto…fiducia massima a Billy King🙂

    Per tutte le news continua a seguirci😀

  3. Marcolpgc ha detto:

    ti ringrazio! beh mi hai dato una speranza allora🙂
    fiducia!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...