Game Recap: Brooklyn Nets-Portland Trail Blazers 98-85

Matinee domenicale per il basket di New York prima del derby che sconvolgerà la città nella serata di lunedì. I Knicks dopo la trasferta texana affrontano al Madison Square Garden i Pistons mentre i Nets sono di scena al Barclays contro i Trail Blazers. Entrambe vogliono arrivare al meglio a questa partita così chiacchierata da tanto tempo a questa parte.

Ritorno Al Futuro: Non abbiamo la celebre DeLorean a disposizione ma proviamo ugualmente a tornare indietro nel tempo con la memoria. Marzo 2012: il general manager dei Nets Billy King, dopo il sogno svanito per Dwight Howard, tenta in tutti i modi di dare una ragione cestistica in modo da convincere Deron Williams a rimanere. Cede il contrattone in scadenza di Okur assieme al biennale scomodo di Shawne Williams per acquisire i diritti di Gerald Wallace e una trade exception che frutterà in estate Reggie Evans. Fino a qui sembra tutto normale ma attenzione: in mezzo ai contrattoni inutili di Okur e Shawne Williams gli allora New Jersey Nets mettono dentro nel pacchetto per pigliarsi Wallace una lottery pick protetta in caso di prima tre chiamate al draft.
La lottery non andrà a favore di King e i Nets, saranno i Blazers a draftare e chiamare con la numero 6 uno destinato a fare grandissime cose in Oregon: Damian Lillard.
Ritorniamo al Novembre 2012: entrambe le squadre sembrano contente dell’esito della trade. Brooklyn ha acquisito leadership pura con Gerald Wallace (che nel frattempo ha ottenuto un’estensione contrattuale di 4 anni per un totale di 40 milioni di dollari) e, soprattutto, Deron Williams ha deciso di rimanere.
Il pubblico del Rose Garden di Portland invece sta assistendo alla nascita di quella che sarà probabilmente una delle migliori point guard del futuro. A soli 22 anni di età Damian viaggia già a 20 punti e 6 assist di media nel suo primo anno. I primissimi exit poll di Novembre lo vedono già come possibile vincitore del premio di Rookie Of The Year. Dopo anni di scelte sfortunate (si, stiamo pensando al povero Greg Oden) i Blazers vedono la rinascita negli occhi di questo ragazzo califoniano.

Come ogni matinee che si rispetti la partenza di entrambe le squadre è lenta. Parziali e controparziali contornati da difese senza bava alla bocca sono un must dei primi due quarti. Per i Nets il migliore è Joe Johnson che sembra essersi sbloccato dopo il difficilissimo inizio di stagione. Più o meno positivi anche Kris Humphries e Brook Lopez Il resto dei Nets tira con le stesse percentuali del Joe Johnson di inizio stagione!
I Blazers senza l’infortunato LaMarcus Aldridge fanno di necessità virtù, il rookie Meyers Leonard non va affatto male (notevoli le mani educate del ragazzo) e Wesley Matthews va facilmente in doppia cifra. Dalla panchina Portland non ha assolutamente nulla in grado di produrre qualcosa in attacco, in qualche modo i Blazers finiscono il primo tempo sopra di 4.

Un Deron Williams sicuramente più aggressivo rimette i Nets in carreggiata. D-Will continua a non tirare benissimo, le sue condizioni fisiche rimangono piuttosto precarie a causa dei suoi mille piccoli infortuni che lo accompagnano, ma D-Will appare più motivato e più voglioso di attaccare scaricando sugli altri o mettendosi in proprio quando è necessario: a 6.21 dalla fine del terzo quarto manda al bar Lillard con un crossover, segna e subisce anche il fallo del rookie prodigio. Lo vedrete probabilmente tra gli highlights di Nba.com!
Le triple contestate di Batum e Matthews mantengono i Blazers in partita, la terza frazione si conclude con un canestro di MarShon Brooks che manda le squadre al quarto quarto con il risultato in perfetta parità a 70.

Fattore Reggie: Brooklyn chiude totalmente la saracinesca nel quarto periodo, confermando i grandi miglioramenti difensivi rispetto alle prime uscite. Avery Johnson ottiene grande risposte dal quintetto dei 3 titolarissimi (Deron, JJ e Lopez) + Reggie Evans e Keith Bogans.
Reggie, ormai uno degli idoli del Barclays Center, prende ogni rimbalzo (finirà con 14 in 22 minuti) e sporca ogni conclusione di Portland. A chiuderla offensivamente ci pensano i big 3 a turno! Il finale dal Barclays Center dice 98-85 per i Nets!

La statistica: Deron Williams firma la sua doppia doppia con 15 punti e 12 assist. Ma oltre ai punti e agli assist nella partita di Deron ci sono anche 4 stoppate rifilate, ovviamente career high!

Mvp: Questa volta è giusto premiare Joe Johnson. 21 punti con 10/19 dal campo e come al solito tanti canestri importanti. Honorable Mention per Brook Lopez che gioca l’ennesima gran partita da 15 punti, 8 rimbalzi e 2 stoppate in 27 minuti.

On To The Next One: La sfida delle sfide…Nets-Knicks domani a partire dall’1.00.

Questa voce è stata pubblicata in Games e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Game Recap: Brooklyn Nets-Portland Trail Blazers 98-85

  1. Mariano71 ha detto:

    Liquidato anche Portand,ora pensiamo al derby e vinciamo!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...