Work in progress. Nets-Celtics 85-115

Una squadra organizzata, che gioca assieme già da diverse stagioni e che ha già vinto tanto contro un nucleo completamente nuovo con grande potenziale a cui serve del tempo. Si potrebbe riassumere qui questo secondo atto della sfida tra Brooklyn Nets e Boston Celtics.

Arriva la prima sconfitta prestagionale dei ragazzi in bianco e nero dopo la vittoria al Boston Garden nella nottata di martedì. Non c’è praticamente mai stata partita, Boston era reduce da un 0-3 in preseason e ha trattato questa gara come una vera e propria partita di campionato per l’approccio e l’attenzione minima ai particolari (soprattutto difensivi). Riescono come al solito ad impressionare Kevin Garnett (36) e Paul Pierce (35 compiuti in settimana) che danno ancora due piste al 90% dei ventenni di questa lega.

Dispiace per la sconfitta e per il punteggio ma credo sia addirittura salutare un test di questo genere, soprattutto se si è in preparazione alla stagione vera e propria.

Le uniche note positive che riesco a trovare da questo blowout sono le prestazioni di Brook Lopez e Gerald Wallace. Brook non ha sfigurato, la sua è stata una prova senza infamia e senza lode ma 7 rimbalzi in 23 minuti sono comunque un segnale positivo. Chiaramente, come ripetiamo da un pò di post, deve migliorare a livello difensivo. Gerald invece ha cercato di dare un senso alla gara grazie alle sue solite giocate di pura energia, ma il parziale del terzo quarto non è servito a granchè.

Male la coppia che dovrebbe trainare l’intera squadra: Deron Williams e Joe Johnson. 6-22 per entrambi, e per D-Will anche 6 palle perse molto banali.
Mi aspetto un Deron diverso, che sia in grado di cambiare il ritmo e prendersi in mano la squadra..ma in questa partita i buoi sono scappati subito dalla stalla e chiaramente non è stata la sua serata sotto tutti i punti di vista.
Niente paura, sono sicuro che vedremo dei Brooklyn Nets molto diversi da quelli di stanotte. Ma ci vorranno almeno 20-25 partite di stagione regolare per trovare una minima quadratura del cerchio.
Intanto il tempo per riposare non c’è: domani notte si ritorna al Barclays per il secondo back to back prestagionale, avversari saranno i Philadelphia 76ers. Vedremo se ci sarà una reazione!

Questa voce è stata pubblicata in Games e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Work in progress. Nets-Celtics 85-115

  1. giggi1975 ha detto:

    Assolutamente necessario questo bagno di realtà prima delle partite che contano. I problemi difensivi sono una preoccupazione dall’inizio, i giocatori possono riguardarsi la gara ed imparare dai Celts almeno la difesa del perimetro.

  2. jason05 ha detto:

    Infatti quello che mi ha deluso di più ieri è stato il backcourt, totalmente fuori gara. Non possiamo permetterci questo Deron e questo Joe Johnson se vogliamo portare a casa dei risultati..

  3. giggi1975 ha detto:

    Hanno scritto da più parti che snobbano la preseason ma mi pare un pretesto. La vendono come la migliore backcourt dell’NBA ma non è così (almeno Nash-Bryant ancora sono superiori e nessuno dei 2 è tra i primi 4 giocatori nel loro ruolo in base ai voti dei GM), però devono dimostrare tutte le loro qualità considerando che dovrebbero essere i 2 top player e leader della squadra.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...