La sfida di Andray

Scaricato, trattato come se fosse un peso (nel vero senso della parola visto le sue enormi difficoltà a rimettersi in forma). Evidenti lacune caratteriali, uno spogliatoio non facile e quei 28 milioni di dollari in tre anni datogli dai Washington Wizards che hanno pesato come un macigno sulle sue spalle.

Dopo essere stato tagliato con l’amnesty clause, Andray Blatche cerca a Brooklyn un riscatto, una nuova occasione per la sua carriera NBA. Dimenticando totalmente la sua esperienza nella capitale come lui stesso ha ammesso. “Sono onesto, non voglio parlare di quello che è successo a Washington, ho già dimenticato tutto. Fa parte del passato mentre io voglio svoltare e andare avanti“.

Washington deve ancora a Blatche i 23 milioni di dollari rimanenti del suo contratto. Ha firmato quest’estate dopo aver ricevuto un paio di proposte da Miami e San Antonio, sempre al minimo salariale parzialmente garantito.
Capisco perchè ho ricevuto offerte al minimo, la situazione è quella che è da quel punto di vista. Ma sono qui solo per cercare di lavorare duro. Sto bene, ho lavorato bene in estate e darò tutto quello che ho” dice Blatche.

Già, perchè è stato proprio durante uno dei suoi workout estivi con John Lucas in quel di Houston a far venire la voglia ad Avery Johnson di dare una seconda chance al ragazzo.
Blatche, come dimostrano anche le foto di ieri, ha perso un bel pò di peso e sembra, da voci interne, che abbia già impressionato tutti durante il pre-training camp organizzato da Deron Williams.

Sono stato io a volerlo qui, ho chiesto io a Billy (King) di firmarlo. Mi ha impressionato in estate e può darci una grossa mano come backup di Brook Lopez. Non vogliamo mettere nessuna pressione sul ragazzo, nè dargli aspettative troppo alte. Ciò che stiamo facendo con lui è dargli una nuova chance di rigiocarsi le sue carte all’interno di questa lega per avere una valida alternativa dalla panchina a Brook Lopez“, sono le parole di Avery Johnson che confermano la piena fiducia nei confronti di un ragazzo molto difficile da gestire sia emotivamente che dal lato cestistico.

Ma ora tocca proprio al campo dire la sua parola, Andray Blatche è pronto a giocarsi le sue carte per avere ufficialmente un posto in squadra. La sua sfida è lanciata, la sua casa ora è non è più Washington….ma Brooklyn!

Questa voce è stata pubblicata in Nets news e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...