Si riparte da qui….media day!

Tutte le testate del giornalismo americano presenti al Barclays Center. Da Espn, NBA TV, New York Times, NY Post fino all’ultimo dei media. No, non era il classico media day dei New York Knicks. Ma quello della nuova franchigia sbarcata nella città che non dorme mai, i Brooklyn Nets.

Le aspettative sono alte, la franchigia viene da 6 anni tremendi sotto ogni punto di vista e c’è la giusta voglia di rivalsa e di rimettersi sulla mappa NBA, dopo anni anonimi e di grandi sconfitte.

“Questa è una nuova era per questa franchigia, ho passato i miei ultimi due anni da allenatore di questa squadra non riuscendo mai a prendere sonno in molte notti. Penso sarà lo stesso anche ora, ma in maniera del tutto differente. Abbiamo un pò di pressione ora, ma sono due anni che aspetto di avere questo tipo di pressione su di me e la mia squadra“. Sono le parole di coach Avery Johnson, colui che a mio giudizio è chiamato a svolgere il lavoro più importante di tutti…quello di assemblare questo roster e renderlo competitivo fin da subito. Altrimenti, come lui ben sa declinando infatti le domande sul suo rinnovo, sarà lui a rischiare più di tutti il posto.

“Siamo contenti di avere finalmente un pubblico che ogni sera ci darà il suo supporto, il 95% degli spalti finalmente tiferà per noi, abbiamo una grande squadra sulla carta ma voglio che i miei ragazzi trasmettano tutto questo entusiasmo anche sul campo, soprattutto a livello difensivo dove siamo chiamati a fare tanti passi in avanti. Per avere una squadra da titolo dobbiamo assolutamente diventare una delle prime 10 difese della NBA“. Continua Avery che viene interrotto da un siparietto con la sua point guard titolare. Infatti è Deron Williams a prendere la scena in mezzo ai giornalisti e con il suo classico sorriso sulle labbra chiede al suo coach: “Ma allora coach siamo o no la migliore squadra di New York?”. Avery non si scompone e risponde anche lui sorridendo con la sua classica voce da paperino “come dice il mio playmaker titolare, non ci importa di essere la migliore squadra di New York. Vogliamo diventare il meglio del meglio dell’intera lega”. Chiaro no?

Ed è proprio Deron Williams a sottlineare l’importanza della nuova rivalità cittadina: “Penso sia una cosa positiva avere una squadra rivale, penso che sia qualcosa che faccia bene al movimento, al gioco, alla NBA. Sarà importante anche il ruolo dei nostri tifosi, speriamo di convertire anche un pò di gente che ora tifa per i Knicks“. Ed è un Deron convinto finalmente di quello che ha scelto per la sua carriera NBA. “In estate dopo aver incontrato sia il management dei Mavericks che quello dei Nets ho fatto la mia scelta che penso sia quella migliore che potessi fare“.

Parla anche del ruolo che è chiamato a fare quest’anno, molto più semplice rispetto a quando doveva portarsi dietro un roster con un talento medio abbastanza scarso. “Spero di essere più un distributore di gioco quest’anno rispetto alla stagione precedente dove avevo chiari compiti realizzativi. Ma la nostra vera chiave dovrà essere la nostra fase difensiva” Come dargli torto? I Nets hanno disperatamente bisogno del Deron degli anni di Utah e meno di quello che sporcava le sue cifre chiamato a prendersi 20 tiri a partita.

Un pò spavaldo e per nulla intimorito dal grande salto dai media di Atlanta a quelli di New York è Joe Johnson che si lascia scappare i suoi propositi e le sue aspettative: “Abbiamo tutto quello che occorre per vincere un titolo, possiamo giocarcela con Miami, con Oklahoma City o con i Lakers. Il nostro potenziale è altissimo, e anche io dovrò cambiare il mio gioco ma in questo Deron e gli altri mi saranno di grande aiuto. Credo che non avrò i raddoppi e tutte le attenzione dei difensori che avevo ad Atlanta. Non sarò più Iso Joe“.

Molto più politically correct era stato Avery Johnson in precedenza che aveva fatto intendere che insomma questi Nets sono forti, ma non ancora pronti per il titolo nonostante tutte le potenzialità di arrivare fino in fondo ci sono.

Silenzioso ma non meno efficace è Gerald Wallace. “Penso che questo sia un gruppo speciale, ognuno di noi deve dimostrare qualcosa, ognuno di noi sta già dando il massimo fin dall’inizio. Siamo una squadra che è affamata e ha voglia di vincere“.

A seguirlo in coro c’è Brook Lopez che ha nuovamente dichiarato quanto lui ci tenesse a rimanere a Brooklyn. “Sono stato draftato dai Nets, sono un Net, volevo rimanere con i Nets ed è tutto quello che so. Non vedevo l’ora di arrivare a Brooklyn, volevo esserci in questa fase così importante per questa franchigia“.

Dopo le chiacchiere passiamo ai fatti. Domani primo allenamento diretto da coach Avery, mentre noi intanto ci facciamo una bella scorpacciata di foto del primo media day dei Brooklyn Nets.

Torta di benvenuto. Questa è solo una delle tante che i Nets hanno fatto fare..perchè sono state ordinate una per ogni elemento a roster!

No non è a Dallas. Deron Williams belongs to Brooklyn!

Come avevo scritto sopra…torta per tutti!

Il nostro starting 5. Ne ho visti di peggio in questa lega!

Josh Childress non ha nulla di meglio da fare…che fare il figo con le flessioni al campo di allenamento!

Joe from Little Rock!

Alla voce “veterano NBA” dovrebbe essere automatica la foto di Jerry Stackhouse. 38 anni e non sentirli!

Si questo è Andray Blatche. Si ha perso molti chili, per conferme fatevi un giro su google e vedere le sue foto di Washington!

Sala stampa gremita. Al primo giorno di camp, non ci sono più i Nets di una volta!

Tra questi spunta un giornalista. Dice di scrivere per la testata “Deron Williams news”. Lo conoscete?

Spazio anche per una delle stelle della scorsa Eurolega. Mirza Teletovic è dei nostri

Questa è una perla: Blatche gira un promo natalizio. Al primo d’ottobre!

Per finire il nostro idolo più assoluto: Toko Shengelia!

Questa voce è stata pubblicata in Nets news e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...